Gruppo 4 – Artigiani dell’Amore

Nel mese di settembre 2016 è nato il quarto gruppo giovani coppie.

Partendo dall’esortazione apostolica “Amoris Laetitia” post-sinodale di Papa Francesco, anche questo gruppo vuole riflettere e dialogare sulle nuove sfide della famiglia nel nostro tempo.

Nel mese di maggio il Gruppo ha scelto di chiamarsi Artigiani dell'Amore

DIARIO DEGLI INCONTRI:

Continuano gli incontri incentrati sull’esortazione apostolica “Amoris Laetitia” di Papa Francesco e articolati secondo diversi spunti tematici.

L’incontro del 16 marzo ha trattato il tema “L’Amore ha bisogno di tempo e di abitudini” (224-226), introdotto da Irma e David e Paola e Vito, che hanno invitato a riflettere sulla qualità del tempo speso in coppia.

 

Tempo di Coppia

Questo cammino è una questione di tempo. L’amore ha bisogno di tempo disponibile e gratuito, che metta altre cose in secondo piano. Ci vuole tempo per dialogare, per abbracciarsi senza fretta, per condividere progetti, per ascoltarsi, per guardarsi, per apprezzarsi, per rafforzare la relazione. A volte il problema è il ritmo frenetico della società, o i tempi imposti dagli impegni lavorativi. Altre volte il problema è che il tempo che si passa insieme non ha qualità. Condividiamo solamente uno spazio fisico, ma senza prestare attenzione l’uno all’altro. Gli operatori pastorali e i gruppi di famiglie dovrebbero aiutare le coppie di sposi giovani o fragili a imparare ad incontrarsi in quei momenti, a fermarsi l’uno di fronte all’altro, e anche a condividere momenti di silenzio che li obblighino a sperimentare la presenza del coniuge.

Guida di Coppia

Gli sposi che hanno una buona esperienza di “apprendistato” in questo senso possono offrire gli strumenti pratici che sono stati utili per loro: la programmazione dei momenti per stare insieme gratuitamente, i tempi di ricreazione con i figli, i vari modi di celebrare cose importanti, gli spazi di spiritualità condivisa. Ma possono anche insegnare accorgimenti che aiutano a riempire di contenuto e di significato questi momenti, per imparare a comunicare meglio. Questo è di somma importanza quando si è spenta la novità del fidanzamento. Perché quando non si sa che fare col tempo condiviso, uno o l’altro dei coniugi finirà col rifugiarsi nella tecnologia, inventerà altri impegni, cercherà altre braccia o scapperà da un’intimità scomoda.

Crescita di Coppia

I giovani sposi vanno anche stimolati a crearsi delle proprie abitudini, che offrono una sana sensazione di stabilità e di protezione, e che si costruiscono con una serie di rituali quotidiani condivisi. È buona cosa darsi sempre un bacio al mattino, benedirsi tutte le sere, aspettare l’altro e accoglierlo quando arriva, uscire qualche volta insieme, condividere le faccende domestiche. Ma nello stesso tempo, è bene interrompere le abitudini con la festa, non perdere la capacità di celebrare in famiglia, di gioire e di festeggiare le belle esperienze. Hanno bisogno di sorprendersi insieme per i doni di Dio e alimentare insieme l’entusiasmo per la vita. Quando si sa celebrare, questa capacità rinnova l’energia dell’amore, lo libera dalla monotonia e riempie di colore e di speranza le abitudini quotidiane.

 

Vita di Coppia

PROIEZIONE DI UN VIDEO SULLA VITA DI COPPIA: PRIMA DEL MATRIMONIO E DOPO

Questionario per le coppie

➤ Quanto tempo (ore) scegliete di condividere insieme con il vostro/a sposo/a?
➤ Consideri questo tempo sufficiente per la qualità della coppia?
➤ Cosa vorresti fare con lui/lei che oggi non fate?

Al termine del dibattito con tutte le coppie, Padre Franco ha invitato a coltivare anche una vita spirituale di coppia come naturale proseguo della scelta di sposarsi con rito religioso e come guida e fonte di forza e ispirazione per far crescere la coppia.