Battesimo

« Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato» (Mt 28,19-20)

Cos'è il Battesimo

Il Battesimo: con l'acqua ti concede il dono di rinascere una seconda volta come figlio di Dio, ti libera dal peccato originale, ti permette di riconoscere Dio come Padre e di entrare nella sua famiglia che è la Chiesa. E' il primo sacramento dell'iniziazione Cristiana.

Il Battesimo non è un fatto privato, anche se di grande importanza per la famiglia: è un avvenimento per tutta la comunità cristiana, che accoglie con gioia nuovi figli e figlie. Con il Battesimo si entra a far parte a tutti gli effetti della comunità cristiana che a sua volta si impegna perché il battezzato possa crescere nella fede.

All'origine il Battesimo, insieme a Confermazione e Eucaristia, era la conclusione di un cammino di catecumenato che segnava l'abbandono della vecchia vita e l'ingresso in una nuova vita con Cristo nella Chiesa. Questo percorso si attua ancora oggi nel caso di battesimo di adulti; il percorso di preparazione è diverso nel caso che si voglia battezzare un bambino.

Il battesimo per i bambini (0-7 anni)

Il battesimo per i ragazzi (8-10 anni)

Il battesimo per gli adulti

 

Battesimo per i Bambini

Cosa richiede il Battesimo

Nel caso di battesimo ai bambini piccoli, l'impegno di vita nella fede non può ovviamente essere chiesto a loro e il battesimo viene dato loro nella fede della Chiesa e dei genitori e padrini. Ciò  richiede che la comunità cristiana che accoglie, ma ancora prima i genitori e i padrini, si impegnino a dare una testimonianza di vita cristiana al bambino durante la sua crescita, permettendogli di scoprire l'amore che Dio ha per lui e di fare un cammino che lo porti a confermare personalmente la sua fede.

Il Battesimo è dunque solo il primo passo di un cammino del battezzando che, per essere effettivo, ha bisogno del sostegno efficace e coerente dei genitori, dei padrini e di tutta la comunità in cui egli è inserito.

Padrini e Madrine

Le figure dei padrini e delle madrine assumono una grande importanza nel battesimo. Il compito loro affidato è di essere testimoni della fede verso il bambino, aiutando i genitori per farlo crescere nella fede cristiana aprendolo all'amore di Cristo. Per questo motivo, i genitori, nello scegliere i padrini e le madrine, devono considerare prioritariamente il vissuto della loro fede cristiana. Per questo stesso motivo la Chiesa, pur senza esprimere giudizi sulle persone, richiede che siano verificati alcuni criteri minimi:

  1. a)    Il padrino (e/o la madrina) deve avere almeno 16 anni;
  2. b)    deve essere battezzato e cresimato
  3. c)    non deve vivere situazioni di convivenza o matrimonio civile.

La preparazione al Battesimo

Il percorso di preparazione inizia con l'iscrizione presso la segreteria parrocchiale (Lunedì- Venerdì ore 9.00-12.00, 15.00-18.00, Sabato ore 9.30-11.30 - vedi) compilando il modulo relativo e indicando la data scelta tra quelle presenti nel calendario parrocchiale dei battesimi. La data del battesimo dovrebbe essere preferibilmente almeno due mesi dopo l'iscrizione in modo da poter seguire la preparazione con la dovuta calma. Oltre al modulo di cui sopra vanno anche fatte compilare le dichiarazioni del padrino e della madrina.

Modulo richiesta battesimo

Modulo padrino

Modulo madrina

Calendario Battesimi 2017

I genitori sono poi invitati ad un incontro con il Parroco. La segreteria parrocchiale può aiutare ad organizzare questo incontro e fornire ogni altra indicazione eventualmente necessaria.

Nel calendario dei battesimi sono anche indicate le date per gli incontri di preparazione che consistono di tre momenti che saranno guidati da una o due coppie della comunità parrocchiale:

Un incontro in parrocchia in cui i volontari della parrocchia vi accoglieranno in nome della comunità e vi proporranno una riflessione comune sulle motivazioni del Battesimo e sugli impegni che esso comporta.

La presentazione del bambino alla comunità durante la messa delle ore 10:00, di solito la domenica prima del battesimo. Questo è il momento in cui la comunità intera accoglie il “nuovo arrivato” e prega per lui. Dopo la Messa ci sarà un altro breve incontro con i genitori per preparare insieme alcune momenti del rito battesimale (letture, preghiera dei fedeli….)

Un terzo incontro, ancora in parrocchia, per la spiegazione del rito e dei vari momenti e simboli che prevede. Normalmente questo incontro ha luogo il sabato prima del battesimo (v. calendario sopra). A questo incontro è richiesta la presenza anche di padrini e madrine.

 Il rito del Battesimo

Il battesimo comunitario si celebra la domenica (normalmente l’ultima domenica del mese) alle ore 16:00 (vedi il calendario).

Il rito del battesimo è molto ricco di simboli che sono brevemente riassunti dal foglio che si può scaricare qui sotto e sono comunque l’oggetto principale dell’ultimo incontro, il sabato prima del battesimo stesso.

E’ importante che si “partecipi” al battesimo e non semplicemente si assista. Ciò può essere fatto con l’aiuto dei libretti che saranno a disposizione durante il rito, ma anche, preparando delle preghiere dei fedeli “personalizzate”, eventualmente scegliendo le letture, e facendosi parte attiva come lettori durante la celebrazione.

I segni del Battesimo

Le letture per il Battesimo

 

Dopo il Battesimo

Come detto sopra, il Battesimo non è un evento a se stante, ma è l'inizio di un cammino di fede per il bambino. Può anche essere un momento di revisione e rinnovato impegno della propria vita cristiana, soprattutto considerando l'impegno educativo che ci si assume nei confronti del bambino. Per tutto questo la comunità parrocchiale organizza altri momenti a cui sarete invitati a partecipare con i vostri figli:

  1. a)    Alcuni incontri di condivisione del cammino che state facendo con i vostri figli (vedi).
  2. b)    La possibilità per i vostri figli (dai 2-3 anni) di partecipare, durante la S. Messa domenicale delle ore 10:00 ad una liturgia della parola organizzata da un gruppo di mamme con attività e spiegazioni legate alla liturgia domenicale, ma specificatamente adatte all'età dei bambini (vedi).

 

Battesimo per i Ragazzi

Cosa richiede il Battesimo

Nel caso di ragazzi di 8-10 anni, loro stessi si devono impegnare con una scelta per un cammino di fede. Data la loro età comunque rimane fondamentale il ruolo dei genitori e di padrini e madrine nel confermare e sostenere questa scelta.

Padrini e Madrine

Le figure dei padrini e delle madrine assumono una grande importanza nel battesimo. Il compito loro affidato è di essere testimoni della fede verso il bambino aiutando i genitori per farlo crescere nella fede cristiana aprendolo all'amore di Cristo. Per questo motivo i criteri con cui i padrini e le madrine devono essere scelti devono mettere al primo posto la loro fede cristiana vissuta. Per questo stesso motivo la Chiesa, pur senza esprimere giudizi sulle persone, richiede che siano verificati alcuni criteri minimi:

  1. a)    Il padrino (e/o la madrina) deve avere almeno 16 anni;
  2. b)    deve essere battezzato e cresimato
  3. c)    non deve vivere situazioni di convivenza o matrimonio civile.

La preparazione al Battesimo

Per i ragazzi di età tra gli 8 e i 10 anni la preparazione al battesimo può avvenire durante il catechismo dell'iniziazione cristiana, parallelamente alla preparazione a Confermazione e Eucaristia. Per loro questo catechismo si configura come un vero e proprio catecumenato adattato alla loro età. La situazione del bambino (che richiede il battesimo oltre agli altri sacramenti dell'iniziazione cristiana) andrà segnalata al momento dell'iscrizione al catechismo (vedi).

 Il rito del Battesimo

L'organizzazione del rito per questi ragazzi andrà concordata caso per caso con i catechisti e il parroco.

 Dopo il Battesimo

Le proposte per i ragazzi dopo gli anni del catechismo sono descritte nelle apposite pagine (vedi). Ben sapendo che il termine degli anni di catechismo è un momento critico per i ragazzi, tentati di abbandonare l'oratorio e ogni discorso sulla fede, è bene che i genitori, con l'aiuto dei catechisti, invoglino i ragazzi a continuare il cammino di fede coerentemente con le scelte fatte.

 

Battesimo per gli adulti

Cosa richiede il Battesimo

Nel caso di adulti, la richiesta del battesimo si deve basare su una chiara scelta personale di abbracciare la fede cristiana rendendo Cristo il punto di riferimento della propria vita. E' una scelta impegnativa ed è bene che venga verificata con un catechista e/o un sacerdote prima e durante il cammino del catecumenato.

 Preparazione al Battesimo

Per gli adulti, la preparazione al battesimo, così come all'origine, si configura in un percorso di catecumenato che sarà seguito personalmente da un catechista e/o da un sacerdote della parrocchia. La durata del percorso di catecumenato può essere di 2-3 anni. La richiesta va fatta direttamente al parroco o ad un altro sacerdote della parrocchia.

 Padrini e madrine

Il ruolo di padrini e madrine è di accompagnamento del catecumeno nel suo cammino di maturazione della fede nella vita di tutti i giorni.

 Il rito del Battesimo

Nel caso di adulti il momento del Battesimo coincide con quello della Confermazione e della prima Comunione. Il rito è perciò normalmente inserito in una celebrazione Eucaristica preferibilmente nella notte di Pasqua.

 Dopo il Battesimo

Il Battesimo e gli altri sacramenti dell'iniziazione cristiana sono solo un primo passo nel cammino di fede che ci si impegna ad attuare nella propria vita. La Comunità Cristiana sarà vicino a questi nuovi fratelli che dal canto loro dovranno trovare le modalità a loro più consone per inserirsi nella comunità in modo attivo.

Per approfondire: L’acqua della vita; Il Battesimo e la bellezza di Dio – B. Forte