Canti S.Messa ore 18.00

IL SIGNORE E’ LA MIA SALVEZZA
 Il Signore è la mia salvezza e con lui non temo più ,
 perché ho nel cuore la certezza: la salvezza è qui con me.
 
 Ti lodo Signore perché un giorno eri lontano da me ,
 ora invece sei tornato e mi hai preso con Te .
 
 Il Signore è la mia salvezza…
 
 Berrete con gioia alle fonti , alle fonti della salvezza
 e quel giorno voi direte :
 lodate il Signore , invocate il Suo Nome.
 
Fate conoscere ai popoli tutto quello che Lui ha compiuto
 e ricordino per sempre ,
 ricordino sempre che il Suo nome è grande .

Cantate a chi ha fatto grandezze
e sia fatto sapere nel mondo ;
sia forte la tua gioia , abitante di Sion,
perché grande con te è il Signore .

GLORIA

LETTURA At 4, 32-37
Lettura degli Atti degli Apostoli

In quei giorni. La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuore solo e un’anima sola e nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune. Con grande forza gli apostoli davano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti godevano di grande favore. Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano il ricavato di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi veniva distribùito a ciascuno secondo il suo bisogno. Così Giuseppe, soprannominato dagli apostoli Bàrnaba, che significa «figlio dell’esortazione», un levita originario di Cipro, padrone di un campo, lo vendette e ne consegnò il ricavato deponendolo ai piedi degli apostoli.

SALMO Sal 132 (133)

Dove la carità è vera, abita il Signore.

Ecco, com’è bello e com’è dolce
che i fratelli vivano insieme! R

È come olio prezioso versato sul capo,
che scende sulla barba, la barba di Aronne,
che scende sull’orlo della sua veste. R

È come rugiada dell’Ermon,
che scende sui monti di Sion.
Perché là il Signore manda la benedizione,
la vita per sempre. R

EPISTOLA 1Cor 12, 31 – 13, 8a
Prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi

Fratelli, desiderate intensamente i carismi più grandi. E allora, vi mostro la via più sublime. Se parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carità, sarei come bronzo che rimbomba o come cimbalo che strepita. E se avessi il dono della profezia, se conoscessi tutti i misteri e avessi tutta la conoscenza, se possedessi tanta fede da trasportare le montagne, ma non avessi la carità, non sarei nulla. E se anche dessi in cibo tutti i miei beni e consegnassi il mio corpo per averne vanto, ma non avessi la carità, a nulla mi servirebbe. La carità è magnanima, benevola è la carità; non è invidiosa, non si vanta, non si gonfia d’orgoglio, non manca di rispetto, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell’ingiustizia ma si rallegra della verità. Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carità non avrà mai fine.

CANTO PER CRISTO
All’uomo che va cercando libertà
nuova speranza è donata.
Il nostro Dio è amico della vita,
alleluja,alleluja.

VANGELO Gv 13, 31b-35
✠ Lettura del Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo. Il Signore Gesù disse: «Ora il Figlio dell’uomo è stato glorificato, e Dio è stato glorificato in lui. Se Dio è stato glorificato in lui, anche Dio lo glorificherà da parte sua e lo glorificherà subito. Figlioli, ancora per poco sono con voi; voi mi cercherete ma, come ho detto ai Giudei, ora lo dico anche a voi: dove vado io, voi non potete venire. Vi do un comandamento nuovo: che vi amiate gli uni gli altri. Come io ho amato voi, così amatevi anche voi gli uni gli altri. Da questo tutti sapranno che siete miei discepoli: se avete amore gli uni per gli altri».

Dov’è Carità e Amore, qui c’è Dio.

Ci ha riuniti tutti insieme Cristo, Amore:
godiamo esultanti nel Signore!
Temiamo ed amiamo il Dio vivente
e amiamoci tra noi con cuore si


SE M’ACCOGLI
Tra le mani non ho niente, spero che m’accoglierai,chiedo solo di restare accanto a te.Sono ricco solamente dell’amore che mi dai:è per quelli che non l’hanno avuto mai.
Se m’accogli, mio Signore, altro non ti chiederò,e per sempre la tua strada la mia strada resterà,nella gioia, nel dolore, fino a quando tu vorrai,con la mano nella tua camminerò.
Io ti prego con il cuore, so che tu mi ascolterai,rendi forte la mia fede più che mai.Tieni accesa la mia luce fino al giorno che tu sai,con i miei fratelli incontro a te verrò.Se m’accogli
Se m’accogli…


MISTERO DELLA CENA
Mistero della Cena è il Corpo di Gesùmistero della Croce è il Sangue di Gesùe questo pane e vino è Cristo in mezzo ai suoiGesù risorto e vivo sarà sempre con noi.

ALLA COMUNIONE – DIO SEI L’AMORE

La brezza della primavera
il giorno quando volge a sera
dicono che Tu sei l’amore.
Un piccolo atomo, una stella,
un filo d’erba o una perla,
dicono che Tu sei l’amore.

Dio sei l’amore
Tu ami d’amore infinito
dai a noi la vita. 2volte

Il canto di una melodia
composto dalla tua armonia
ci dice che Tu sei l’amore
Una speranza che si accende
dentro i cuori di chi attende
ci dice che Tu sei l’amore.(rit)

Oltre le nostre vanità
Tu cogli la sincerità
e ci stai sempre ad aspettare.
copri la nostra ingratitudine
riempi la nostra solitudine
e ci stai sempre ad aspettare.(rit)

REGINA COELI
Regina coeli, laetare, alleluia
quia quem meruisti portare, alleluia
resurrexit, situt dixit, alleluia.
Ora pro nobis Deum, alleluia.

A TE CANTO HALLELUJAA Te canto questa lode
dal profondo del mio cuore
dico grazie ogni giorno a Te SIgnore.
Per la vita che mi hai dato e per la grande
libertà che hai donato a tutta l’umanità
HALLELUJA, HALLELUJA.